In trecento al raduno per il Duce, l’Anpi: «Basta, è intollerabile»