Veronica Borghi scrive a papà Ambrogio: «Affettuoso, sportivo, con un sogno chiamato calcio: sei il mio idolo»