H’maidat: «In carcere ho visto l’inferno, ora sono rinato»